L’immortalità della lettura

Umberto Eco, che questo mese avrebbe compiuto novant’anni, è stato intellettuale, scrittore, divulgatore, appassionato di comunicazione. Il suo motto, al quale è stato fedele tutta la vita, era «non fermarsi mai».

«Chi non legge a settant’anni avrà vissuto una sola vita, chi legge avrà vissuto cinquemila anni. La lettura è un’immortalità all’indietro », recita una celebre frase di Umberto Eco. Considerando i 44 mila volumi della sua biblioteca donati all’Università di Bologna e la cultura enciclopedica che gli era propria, si può dire che Eco, che il 5 gennaio avrebbe compiuto novant’anni, ne abbia vissuti milioni. 
Piemontese classe 1932, figlio di un impiegato e nipote di un tipografo, si laurea con una tesi su Tommaso d’Aquino, studiando il quale – ricordava non senza ironia – aveva perso la fede. A soli 22 anni viene assunto dalla Rai insieme ad altri brillanti giovani. Sono chiamati il «gruppo dei corsari», capace di svecchiare e nobilitare il servizio pubblico. 
Grazie al lavoro in televisione tocca con mano la cultura di massa e la società dello spettacolo, cui dedica riflessioni memorabili in Diario minimo (Mondadori, 1963) e Apocalittici e integrati (Bompiani, 1964). Non smette di studiare, si occupa prevalentemente di semiotica e linguistica e presto arrivano i riconoscimenti: nel 1959 diventa direttore della casa editrice Bompiani e due anni più tardi inizia a insegnare all’università a Torino. È il periodo dell’impegno e delle avanguardie artistiche e Eco aderisce a Gruppo 63, il movimento letterario di rottura nei confronti di opere tradizionali, desideroso di provare nuove forme di espressione perseguendo una ricerca sperimentale di stile e contenuti fin troppo cerebrale. 
Da queste esperienze prende via via forma l’idea di un sapere interdisciplinare con al centro le scienze umane e la comunicazione, come è ben espresso in Opera aperta, il libro del 1962 considerato un capolavoro della semiologia.

Il seguito sulla rivista. 

di Marta Perrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.