Dal 22 al 26 giugno al via il decimo Incontro mondiale per le famiglie

Oltre 170 delegazioni provenienti da 120 Paesi e duemila invitati: questi sono i “numeri” del decimo Incontro mondiale delle famiglie, in programma a Roma dal 22 al 26 giugno. Gabriella Gambino, sottosegretario del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, ne ha illustrato il programma spiegando che «sarà un’edizione multicentrica e diffusa, che a differenza di quelle precedenti non avrà conferenze strutturate accademicamente con contenuti teologico-dottrinali, ma sarà un momento di incontro, ascolto e confronto tra operatori della pastorale familiare e matrimoniale».

L’obiettivo, continua Gambino, «è quello di sviluppare il tema scelto dal Papa: “L’amore familiare: vocazione e via di santità”, tenendo conto di alcune indicazioni forti che emergono dall’Amoris laetitia». All’incontro di giugno «saranno rappresentate adeguatamente le chiese di tante aree dell’Africa, dell’Asia, dell’America Latina e dell’Europa centrale, tra cui anche l’Ucraina, sia con delegati dal Sinodo della Chiesa greco-cattolica Ucraina, sia con delegati dalla Conferenza episcopale di rito latino, che altrimenti non avrebbero avuto la possibilità di intervenire».

Il decimo Incontro mondiale delle famiglie si aprirà il 22 giugno con il Festival delle famiglie in Aula Paolo VI, alla presenza di Papa Francesco; da giovedì 23 a sabato 25 giugno ci sarà il Congresso pastorale, sempre nell’Aula Paolo VI, sabato pomeriggio la Messa in Piazza San Pietro con il Santo Padre e domenica l’Angelus.

«Nei precedenti Incontri», ha detto il Papa, «la maggior parte delle famiglie restava a casa e l’evento veniva percepito come una realtà distante, al più seguita in televisione, o sconosciuta alla maggior parte delle famiglie. Questa volta, avrà una formula inedita: sarà un’opportunità della Provvidenza per realizzare un evento mondiale capace di coinvolgere tutte le famiglie che vorranno sentirsi parte della comunità ecclesiale». Chi non potrà essere a Roma potrà infatti seguire l’evento grazie alla diretta streaming e alla copertura social di tutti gli appuntamenti sulla pagina YouTube della diocesi di Roma e su VaticanNews. Inoltre i tre eventi che prevedono la presenza del Santo Padre saranno trasmessi in diretta su RaiUno e scaricabili grazie a una apposita webapp. Il Dicastero ha anche messo a disposizione delle chiese un apposito kit pastorale.

Le famiglie romane potranno partecipare in presenza a questi appuntamenti: mercoledì 22 giugno, apertura dell’Incontro, il Festival delle Famiglie alle 18 in Aula Paolo VI; giovedì 23 giugno, concerto a Palazzo Lateranense; venerdì 24 giugno, incontri organizzati nelle parrocchie; sabato 25 giugno alle ore 17, Messa in Piazza San Pietro, presieduta dal Papa; domenica 26 giugno, Angelus in Piazza San Pietro, con il mandato alle famiglie. Per richiedere i biglietti (che verranno distribuiti attraverso le parrocchie) di questi incontri è possibile scrivere a info@romefamily2022.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.