Come aiutare l’Ucraina?

«In questo momento difficile, abbiamo bisogno di sentire che non siamo soli», ha dichiarato don Vyacheslav Grynevych, direttore di Caritas-Spes Ucraina. Come aiutare le persone che oggi stanno vivendo la tragicità della guerra? Sono tante le associazioni internazionali e italiane che da anni lavorano nel Paese e che hanno lanciato una raccolta fondi.

Partiamo da Caritas italiana che ha avviato una raccolta fondi, mettendo subito a disposizione un primo contributo per i bisogni immediati e resta accanto alla Caritas in Ucraina ed alla popolazione tutta. La Caritas invita anche alla prossimità con le sorelle e i fratelli ucraini che sono nel nostro Paese, spesso impegnati in servizi di cura nelle nostre famiglie. È possibile sostenere gli interventi di Caritas Italiana (Via Aurelia 796 – 00165 Roma), utilizzando il conto corrente postale n. 347013, o donazione on-line, o bonifico bancario (causale “Europa/emergenza Ucraina”) tramite: • Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma –Iban: IT24 C050 1803 2000 0001 3331 111• Banca Intesa Sanpaolo, Fil. Accentrata Ter S, Roma – Iban: IT66 W030 6909 6061 0000 0012 474• Banco Posta, viale Europa 175, Roma – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013• UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119

Ci sono poi Croce Rossa Italia, Unicef e Unhcr. Con loro è possibile donare per fornire acqua, cibo e assistenza sanitaria, chiamando da rete fissa o inviando un sms al numero solidale 45525: 2 € con sms; 5 e 10 € con chiamata da rete fissa Tim, Vodafone, Windtre, Fastweb e Tiscali; 5 € con chiamata da rete fissa Twt, Convergenze, PosteMobile.

La Caritas Ambrosiana ha lanciato una raccolta fondi per aiutare la popolazione ucraina, per contribuire alla fornitura di beni di prima necessità agli organismi pastorali e umanitari delle Chiese locali e supportare le Caritas dei Paesi limitrofi impegnate a favore dei profughi. Per donare www.caritasambrosiana.it.

La Comunità di Sant’Egidio da anni ha un programma di adozioni a distanza per circa 250 bambini ucraini in una rete di case famiglia, che oggi sono in pericolo. Inoltre la comunità si sta muovendo anche nei Paesi confinanti, dove giungono i profughi ai quali vengono offerti kit di alimentari e generi di prima necessità. Per donare www.santegidio.org.

Tra le onlus e le associazioni che si stanno muovendo per l’Ucraina anche la Fondazione Soleterre. «La guerra in Ucraina è diventata una drammatica realtà. La nostra priorità adesso è continuare a fornire cure e assistenza ai bambini malati di cancro e alle loro famiglie» afferma la Fondazione che tutti i giorni  garantisce forniture mediche, strumentazione chirurgica e farmaci nei reparti dell’Istituto del cancro di Kiev e di L’viv e inoltre ospita gratuitamente nella Casa di accoglienza i bambini che devono affrontare lunghe terapie e le loro famiglie, fornendo loro supporto psico-sociale e riabilitazione fisica durante le cure. Per donare www.soleterre.org/ucraina.

Dal 1999 è attiva in Ucraina l’associazione Medici senza frontiere: «Siamo preoccupati che questa situazione, già complicata, possa essere esasperata dall’aumento delle tensioni e dei combattimenti. Oggi è più che mai importante che l’accesso all’assistenza sanitaria venga salvaguardato». Per questo Msf lancia una raccolta fondi per sostenere i loro progetti già attivi nel Paese sul sito www.medicisenzafrontiere.it.

Avsi, che collabora da anni con il partner ucraino Emmaus, sta cercando di offrire aiuto immediato alle persone che in questo momento stanno scappando verso la Polonia e la Romania, con il sostegno dei gruppi Avsi locali. Per donare www.avsi.org/it.

Save the children opera in Ucraina dal 2014, fornendo aiuti umanitari essenziali ai bambini e alle loro famiglie: cibo, medicinali, kit invernali e kit igienici, sovvenzioni per l’affitto. Per soddisfare i bisogni di base Save the children lancia una sottoscrizione sul sito www.savethechildren.it/dona-fondo-emergenze.

We world, organizzazione che da 50 anni difende i diritti di donne e bambini in Italia e nel mondo, si è attivata immediatamente – grazie all’alleanza con il partner ChildFund Germania che lavora in Ucraina da molti anni – per fornire aiuti di emergenza ai bambini e alle loro famiglie durante l’attuale crisi. Per donare: www.weworld.it/sostienici/campagne/ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.