Malfatti di spinaci

Con gli spinaci già conditi del giorno prima si fanno dei malfatti squisiti. Triturate gli spinaci e gettateli in padella, dove avrete fatto rosolare del burro con una cipolletta tagliata a croce. Muovete continuamente gli spinaci, perché non si attacchino sul fondo della teglia, levate la cipolla e cospargete gli spinaci con un cucchiaio di farina bianca, un pugno di pane grattugiato, due cucchiai di parmigiano, sale, pepe, noce moscata. Amalgamate il tutto, poi aggiungete quattro tuorli d’uova. Incorporate, levate dal fuoco e versate il composto sul tagliere cosparso di farina: dividetelo in tanti pezzetti grossi come un uovo e date loro la forma di una polpetta. Versate le polpettine ottenute in acqua bollente salata e fatele cuocere per un quarto d’ora. Scolatele, collocatele in una tortiera, bagnatele con il burro fuso, spolverizzatele di formaggio e introducete la teglia in forno, a calore moderato per dieci minuti.

da Madre, febbraio 1950

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.