La libertà è nella democrazia

46 anni fa la strage fascista di piazza Loggia a Brescia provocò la morte di 8 persone  e un centinaio di feriti, un grave colpo alla democrazia e alla convivenza civile. La ferita è ancora aperta nei parenti delle vittime, negli amici, nell’intera città. 

Quest’anno a causa dell’emergenza sanitaria, che ha segnato in modo particolarmente duro Brescia, non sarà possibile il consueto ricordo delle vittime e le manifestazioni che si svolgono intorno al 28 maggio. La Casa della Memoria di Brescia non si è però arresa e ha organizzato con il Comune e la Provincia di Brescia, l’Associazione familiari caduti strage Piazza della Loggia, Cgil, Cisl, Uil una serie di iniziative virtuali che hanno coinvolto la città per tutta la settimana. Il titolo della commemorazione è “La libertà, oggi più che mai, è nella democrazia” perché «la verità, perseguita in unità per tutti questi anni, ha finalmente reso giustizia alle vittime, alla città e al Paese. La testimonianza e il nostro impegno per pace e giustizia non si ferma».

Il culmine delle iniziative è nella giornata di giovedì 28 maggio: una grande installazione della fotografa Tiziana Arici e dell’artista Rosetta Zampedroni  viene inaugurata in una piazza vuota. Apre le celebrazioni alle 10,12 l’Omaggio alle vittime da parte del Festival pianistico internazionale, che ha realizzato un video scaricabile su www.festivalpianistico.it e sui canali social. Segue un minuto di silenzio da parte degli studenti di tutti gli istituti bresciani. Alle 10,20 le chiese di Brescia suoneranno le campane e alle 10,45 in diretta streaming (www.semprelaverita.it e www.comunedibrescia.it) interviene il sindaco di Brescia Emilio Del Bono, Giovanni Bachelet (figlio di Vittorio, ucciso dalle Brigate rosse), Chiara Zanelli, studentessa del liceo classico, Annamaria Furlan, segretaria generale Cisl. Alle 10,30 i ragazzi del Gruppo teatrale Forest rinnovano il loro impegno a non dimenticare, con un video visibile su youtube. Dalle 15 alle 20 la libreria Rinascita organizza una piazza virtuale su Facebook sul tema “Antifascismo, solidarietà, giustizia, uguaglianza, ambiente”. Il Consiglio di quartiere di Lamarmora con la Casa della Memoria presentano alle 16 “Le campane della città”, un inedito racconto per bambini, e alle 20 “Schegge” brevi testimonianze sulla strage sulla pagina Facebook del Consiglio di quartiere. Anche la Rete delle biblioteche bresciane propone la quinta Maratona virtuale di lettura “Per non dimenticare il 28 maggio 1974” durante la quale 22 lettori daranno voce al testo di Chiara Onger  “Dialoghi di maggio”.  Verrà presentato online  il volume di Claudio Comincini “Lasciate libera la piazza”  (link: bit.ly/lasciate-libera-la-piazza). Inoltre per tutta la giornata sarà possibile scaricare gratuitamente il documentario di Paola Castriota “Nero Piombo. Brescia: storia di una strage politica” sul canale Vimeo del Cinema Eden (link: www.nuovoeden.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.