Le due Spagne di Pedro Almodòvar

Il film Madres paralelas racconta di due donne, una matura, l’altra adolescente, che vivono la maternità in modo diverso. Perché dietro ci sono diverse età, ma anche diverse storie e diverse radici.

Un Oscar per la sceneggiatura originale di Parla con lei (nel 2003). Due Golden globe, ancora per Parla con lei e per Tutto su mia madre. Due volte premiato a Cannes, per la regia di quest’ultimo film e per il copione di Volver-Tornare (ma gli è sempre sfuggita la Palma d’oro che, a detta dei critici, avrebbe almeno meritato per Dolor y gloria, la sua pellicola più intima e autobiografica). E poi il Leone d’oro alla carriera ricevuto proprio nel 2019 alla Mostra del cinema di Venezia.
A 72 anni appena compiuti, e dopo una trentina di titoli apprezzatissimi dagli spettatori (a partire da Donne sull’orlo di una crisi di nervi la sua popolarità non è mai scemata), Pedro Almodòvar potrebbe campare di rendita. Tirare i remi in barca, sottraendosi alle fatiche del set per cui ha rischiato (dopo un’operazione alla schiena) di restare bloccato su una sedia a rotelle. Magari per dedicarsi all’altra sua segreta passione, la musica. Invece, i problemi personali e la paura collettiva per il covid hanno attizzato la sua voglia di fare cinema, il bisogno di comunicare, di condividere emozioni con ogni singolo spettatore.
Ed è con questo slancio che un paio di mesi fa ha accompagnato a Venezia Madres paralelas, il film (in questi giorni nelle sale) con cui ha aperto la mostra. Applausi e apprezzamenti da parte dei critici per questa nuova fase del cinema almodovariano in cui la consueta esplorazione di sentimenti forti e ancestrali (declinati soprattutto attraverso i suoi amati personaggi femminili) si accompagna a uno sguardo storico-sociale.
«La pellicola è popolata da madri imperfette o, comunque, da donne che vivono periodi particolarmente complicati», spiega il regista dietro gli immancabili occhiali scuri-

Il resto sulla rivista.

di Maurizio Turrioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.