L’occasione europea

Next generation e i Piani nazionali di ripresa e resilienza offrono agli Stati membri la possibilità di costruire un’Unione diversa, nella quale sostenibilità e uguaglianza sociale siano le parole chiave.

Next generation Ue. Il programma da 750 miliardi di euro contiene, certo, una ripartizione di risorse, ma, come è stato più volte ribadito dalla Commissione europea, «non è soltanto un piano per la ripresa. Si tratta di un’occasione unica per uscire più forti dalla pandemia, trasformare le nostre economie, creare opportunità e posti di lavoro per l’Europa in cui vogliamo vivere. Abbiamo tutto ciò che serve per riuscirci». Next generation, lo dice già il nome, propone soprattutto un possibile futuro per la prossima generazione europea, progettato intorno a tre concetti: transizione a una economia circolare e sostenibile, compimento della rivoluzione digitale, superamento delle iniquità territoriali, sociali e di genere. L’obiettivo è quello «di sollecitare investimenti che spingano alla ripresa e riforme che aumentino la sostenibilità delle singole economie europee, rendendole più resilienti ai cambiamenti». nella quale sostenibilità e uguaglianza sociale siano le parole chiave. 

Il resto sulla rivista.

di Thomas Bendinelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.