I fab four di Liverpool

Sono passati cinquant’anni dallo scioglimento dei Beatles, la più grande band mai esistita, che ha cambiato per sempre la storia della musica. Ancora oggi il loro stile inimitabile resta un riferimento.

Era il 10 aprile del 1970 quando la prima pagina del Daily Mirror intitolava a caratteri cubitali Paul is quitting The Beatles, cioè Paul (McCartney, ndr) ha lasciato i Beatles. Un mese dopo, l’uscita del loro album, Let it be, ultimo successo di quella che è considerata la più grande band mai esistita. In dieci intensi anni i fab four, i “fantastici quattro”, hanno composto 186 canzoni, cambiando per sempre la storia della musica. Dal rock’n’roll alle sperimentazioni elettroniche, dal pop al sitar, fino ad accenni di heavy metal, il loro stile inimitabile resta un riferimento imprescindibile anche oggi, a 50 anni dal loro scioglimento. I ragazzi di Liverpool sono stati rivoluzionari anche per quanto riguarda le tecniche di studio, con l’uso di registrazioni multi-traccia e altre innovazioni, che hanno richiesto allo staff della mitica casa di registrazione di Abbey Road alcune forzature. Ci sono stati cambiamenti epocali in questo mezzo secolo, ma la bellezza delle loro composizioni le rende ancora attuali e spiega meglio di molte parole il miliardo di copie vendute fra album, singoli e musicassette, che li ha resi gli artisti di maggior impatto e successo al mondo, i primi nella classifica dei cento migliori secondo Rolling Stones.

Il seguito sulla rivista

Marta Perrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.