Poliambulanza, fase post-covid all’insegna della sicurezza

Superato il periodo più critico della pandemia da coronavirus, l’ospedale Poliambulanza di Brescia ha predisposto un piano per la gestione della seconda fase, avvalendosi della consulenza di Claudia Lodesani, infettivologa e presidente di Medici senza frontiere. La struttura ha innanzitutto provveduto a una accurata sanificazione dei reparti, anche tramite nebulizzatori al perossido di idrogeno. La differenziazione dei percorsi per pazienti covid e non covid è stata mantenuta fin dall’accesso al pronto soccorso, adottando tutte le cautele. Ogni paziente che afferisce all’istituto per un ricovero verrà pertanto sottoposto al tampone e, solo in caso di esito negativo, sarà indirizzato al reparto di competenza, mentre in caso di positività sarà curato in un reparto covid. La diversa destinazione delle aree dell’ospedale è evidenziata da vari colori: verde per gli spazi non covid, giallo per i pazienti in attesa di screening, rosso per le aree covid residuali.

Il seguito sulla rivista

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.