Ahi, che male! Mamma, mi sono scottato

Getty Images

Nei bambini le ustioni costituiscono un evento piuttosto frequente. Nei più piccoli, sotto i cinque anni d’età, sono di solito causate da liquidi bollenti o dal contatto con superfici roventi, come ad esempio il ferro da stiro o la piastra del forno. Nei più grandi prevalgono, invece, le ustioni da fiamma o da corrente elettrica. Nella valutazione delle lesioni bisogna considerare tre fattori: estensione, profondità, localizzazione. Per quanto riguarda il primo aspetto, occorre tenere presente che più l’ustione è estesa (l’estensione viene espressa in percentuale rispetto alla superficie corporea totale) più è grave. Per quanto riguarda il secondo aspetto, le ustioni si possono distinguere in primo, secondo o terzo grado.

il seguito sulla rivista

di Barbara Guerrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.