Quattro lettere e una voce

Auguri a Mina, che compie ottant’anni e si fatica a crederlo. Prima di tutto perché la voce è rimasta bellissima nonostante il passare del tempo. La più grande voce italiana di sempre. Poi perché Mina, invisibile o semi invisibile ormai da decenni, lontana e inaccessibile, non l’abbiamo vista invecchiare. Rughe? Capelli bianchi? Acciacchi? Sembra impossibile associare al suo nome questi inconvenienti della vecchiaia. E quasi si stenta a credere che sia non solo nonna, ma anche bisnonna. Eppure l’anagrafe non mente. Mina è nata a Busto Arsizio, in provincia di Varese, il 25 marzo 1940. Quindi gli anni sono proprio ottanta, tondi tondi. La prima sorpresa nella biografia di Mina Anna Maria Mazzini è proprio il luogo di nascita. La «tigre di Cremona» è nata a Busto Arsizio. Lì, nel 1940, vivono i suoi genitori: Giacomo e Regina. La famiglia si trasferisce a Cremona quando Mina ha tre anni. La sua infanzia è abbastanza tradizionale, tipica di una ragazza di una buona famiglia, abbastanza benestante. Le giornate trascorrono fra gli studi dalle suore e le lezioni di nuoto alla Canottieri Baldesio.

il seguito sulla rivista

di Roberto Zichittella

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.